Al servizio del tuo benessere

Come contrastare la formazione delle rughe

Combattere i radicali liberi e attenuare le macchie dell’età


La formazione di rughe dipende anche dalle aggressioni ambientali. Reidratare significa ricostituire le naturali difese e quindi apportare sostanze in grado di legare e mantenere l’acqua sulla superficie cutanea. L’apporto alla cute di sostanze ad azione filmante, quali, per esempio, l’acido ialuronico, può consentire un’ azione “rinforzante” lo strato corneo che, così idratato e protetto, darà alla pelle un aspetto più disteso e più fresco. Alcune regole generali da osservare riguardano la consistenza o la fluidità delle preparazioni cosmetiche, le emulsioni si distinguono in creme, generalmente più compatte (con viscosità elevata), e latti, ovvero emulsioni fluide, scorrevoli (con viscosità più bassa). Le forme cosmetiche O/A hanno la fase esterna acquosa (e quella interna oleosa) e pertanto risultano idrodispersibili. Quelle A/O, invece avendo la fase esterna oleosa, sono water resistant (acqua - resistenti). Nel caso di creme idratanti e protettive cosiddette “da giorno”, nella maggior parte dei casi si preferiscono emulsioni evanescenti, non untuose e di facile rimozione; si fa quindi largo uso di creme O/A.


Quali sostanze sono benefiche per mantenere un aspetto fresco e giovanile?

L’ Acido cogico che è un agente chelante di derivazione fungina (Acetobacter, Aspergillus e Penicillium) che riduce l’iperpigmentazione inibendo la produzione di tirosinasi libera. È anche un potente antiossidante che previene la formazione di macchie senili. L’Acido azelaico, inibitore reversibile della tirosinasi. Si estrae dai lieviti batterici presenti su alcuni cereali (grano, segale ed orzo). L’applicazione suggerita è due volte al giorno per 24 settimane. Vitamina E (alpha tocoferolo) è il maggiore antiossidante lipofilico nel plasma, membrane e tessuti. La combinazione di Vitamina E e vitamina C mostra risultati clinici migliori del rispettivo utilizzo in monoterapia. Nicotinamide è l’amide attivo della niacina (vitamina B3), coinvolta nella sintesi degli enzimi NAD e NADP, necessari per il metabolismo cellulare. Nicotinamide interferisce nell’interazione tra cheratinociti e melanociti, inibendo così la melanogenesi. Nicotinamide 2% è efficace dopo 4 settimane di trattamento. Molte sostanze estratte dalle piante si stanno dimostrando efficaci nel trattamento dell’invecchiamento cutaneo. Orchidea: l’efficacia di una formulazione cosmetica contenente estratto di orchidea sovrapponibile a quella di un topico contenente vitamina C 3%.


Aloe vera e aloesina

Diversi studi hanno dimostrato l’efficacia dell’aloe e del suo ingrediente attivo, l’aloesina, che in modo dose dipendente causano uno sbiancamento della cute attraverso la stimolazione dei recettori adrenergici.


Picnogenolo
è ottenuto dalla corteccia del Pinus pilaster che ha come componenti principali le procianidine, i monomeri polifenolici, acido fenolico e acido cinnamico. Ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.


Alghe marine
Molti estratti di alghe marine hanno una potente attività inibitoria sull’attività della tirosinasi simile a quello dell’acido comic ma senza gli effetti collaterali di quest’ultimo.


Acido Cinnamico
è un fenilpropanoide presente nelle piante che inibisce l’attività della tirosinasi come dimostrato anche in studi condotti sui melanociti dei maialini di Guinea.


Flavonoidi
Sono composti polifenolici presenti in natura con proprietà antinfiammatoria, antiossidante, antivirale e anticancerogena. Molte piante contenenti flavonoidi sono ancora attuale oggetto di studi compreso le catechize coniugate con l’acido gallico estratti dalle foglie di te verde, l’acido ellagico presente nel te verde, nell’eucalipto e nelle fragole, e l’aloesina, derivato dell’aloe.


Te verde
Gli estratti del te verde contengono composti polifenolici che agiscono su diverse cascate biochimiche causando un’azione antiinfiammatoria, anti ossidante e anticancerogena. L’epigallocatechina è il principale principio attivo del te verde. Usare una crema da notte al retinolo, derivato della vitamina A. Non c’è niente di meglio del retinolo per rendere la pelle liscia, stimolare la produzione di collagene ed elastina, migliorare la circolazione del sangue e aumentare la resistenza dell’epidermide all’attacco dei radicali liberi.



Dott.ssa Rossana Capezzera
Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia
www.dermatologavenezia.it


(Copyright: Consorzio Farmacia Laboratorio - Farmacia online)